mercoledì 26 aprile 2017

Recensione: Un uomo da odiare di Miriam Formenti

Titolo: Un uomo da odiare
Autore: Miriam Formenti
Casa editrice: /
Pag: 270
Costo: 0,00 kindle unlimated, 0,99 ebook
















Trama
Le guerre tra Federico I di Svevia e i comuni lombardi fanno da sfondo a una storia d’amore e di odio fra una giovane nobildonna milanese, ormai considerata solo merce di scambio, e il barone svevo a cui è stata donata. Lui desidera essere amato, lei vuole soltanto odiarlo. Un romanzo ricco di avvenimenti nel quale si intrecciano le vite di conquistatori e vinti, con i loro sogni e le loro vendette.

“Lo desideravo tanto, ma non volevo accettare uno svevo. Sono stata una ribelle cieca e stupida, convinta che una milanese non potesse innamorarsi di un nemico. Ero piena di pregiudizi e non sapevo che per il cuore non esiste patria, non esiste orgoglio. Non sapevo che si potesse uccidere per amore”.


Il mio commento

Come sempre i romanzi romance-historical hanno un posto particolare nel mio cuore, se poi il periodo storico è quello federiciano, beh... la mia curiosità è maggiore.
Anche in questo libro l'autrice mi ha coinvolta, interessante il modo di scrivere, avvolgente la storia tra i protagonisti, descrizione storica e ambientale ottima.
Regina Celeste Balestrieri è l'eroina di questo romanzo insieme a Stephan Deinburg, barone di Hezen.
Regina viene catturata da Hans Deinburg, fratello di Stephen, e donata come bottino di guerra proprio al barone.


Era alto e possente, con addosso una tunica scura, fermata ai fianchi da una cintura di pelle. 
Era giovane, certamente sotto i trent'anni, e chiaro di capelli, che portava lisci e lunghi fin quasi all'attaccatura delle spalle ampie.
Il viso era bello, scurito dal sole dell'estate appena passata;
il mento deciso e la bocca sottile e dura, proprio come gli occhi chiarissimi sovrastati da folte sopracciglia bionde, che in quel momento la guardavano attenti.
Hans l'aveva descritta di rara bellezza, con occhi d'ametista e capelli d'ebano, mite e rassegnata come un agnello al sacrificio. Una vera tentazione!
L'incontro tra Regina e Stephan non è certamente dei migliori, ma sin dal primo momento...
I romanzi storici, tendono a calcare la mano proprio sul modo di trattare le donne in quel periodo, che come sappiamo è molto particolare, ma io questa volta non voglio parlare di ciò, voglio parlare della passione, dell'amore, del tormento che in questa storia viene fuori, della testardaggine di entrambi i protagonisti...

L'amava.
L'amava a modo suo, ma l'amava.
Non si sarebbe mai inginocchiato ai suoi piedi implorando la sua devozione, e l'avrebbe ancora mortificata soltanto per piegarlaa sé;
ma l'amava, come non aveva mai creduto di poter amare.

Stephan è un personaggio classico del tempo, uno di quegli uomini dediti alla guerra, alla fatica e non al sollazzo o solo al piacere, ma con Regina è diverso...

La ragione non voleva, ma il suo corpo cedeva troppo in fretta, mentre le dita che la sfioravano e le labbra che seguivano lo stesso cammino la lasciavano senza fiato, ansiosa di rivivere degli attimi meravigliosi che solo lui poteva darle.

Sin dall'inizio tra Regina e Stephan è guerra, sentimenti contrastanti, paure, ma laddove la ragione riesce, il cuore e il corpo rispondono diversamente e così, non le resta che cedere a quel tocco che la riempie, che la fa sentire donna, che le fa dimenticare anche se per poco il passato.
Un amore amaro, violento, dolce e passionale, un sentimento potente che li lega oltre l'immaginabile, oltre le distanze.
Tra scontri, soprusi, paure, un amore travolgente, che supera i confini, che segue vie traverse questo è Un uomo da odiare, divori ogni singola pagina, ogni dialogo lo fai tuo, e capitolo dopo capitolo vorresti intervenire in quella storia, vorresti essere partecipe di quella storia.

Se volete conoscere la mia opinione anche del romanzo Capelli di luna, cliccate qui












Blogtour: Dreamwalker di Mariachiara Cabrini


Buongiorno lettori, oggi sul blog seconda tappa del blogtour "Dreamwalker", il nuovo romanzo di Mariachiara Cabrini, che torna con un libro diverso dai suoi precedenti scritti, per ambientazione e genere.
Non vi resta che scoprire la novità




Trama

Diana ha perso cinque anni della sua vita. Vorrebbe che non fosse accaduto, ma non può cambiare il passato, né cancellare le cicatrici che le ha lasciato. Può solo ricominciare da capo. Costruirsi una nuova identità, trovare nuovi amici, un nuovo scopo, e nascondere a tutti il suo segreto.  Nessuno potrebbe mai immaginare che dietro i suoi abiti sempre coordinati, la sua quieta determinazione nello studio e l’abilità di creare dolci squisiti, si celi una paura che stenta a tenere a bada. Nemmeno Sebastiano, l’assistente del corso di giapponese che Diana ha iniziato da poco a seguire.
Quando la guarda, lui vede solo una ragazza attraente, con gli occhi grigi più belli che abbia mai visto, ma quando lei lo guarda vede ciò che sta cercando disperatamente di lasciarsi alle spalle. Vede un incubo che le impedisce di dormire, un dolore che l’ha cambiata per sempre e che non vuole mai più provare. Amare è un rischio che non vuole correre di nuovo, ma la scelta non è unicamente nelle sue mani, e osare potrebbe permetterle di raggiungere un traguardo che non aveva mai neppure osato sognare.

Il libro sarà disponibile negli store on-line e in tutte le librerie fisiche dal 30 aprile

Prossima tappa il 27 aprile presso il blog: I libri: il mio passato, il mio presente e il mio futuro

Se volete conoscere le altre tappe, qui lo schema



Un'altra notizia, che spero vi faccia piacere, il romanzo Lie 4 me, è ora disponibile sia in versione ebook che in versione cartacea, i costi 2,99 ebook, 9,60 cartaceo.
Se avete voglia di leggere la nostra recensione: qui


martedì 25 aprile 2017

Trame e opinioni: Il consolatore di Jostein Gaarder

Titolo: Il consolatore
Autore: Jostein Gaarder
Casa editrice: Longanesi
Pag.: 288
Costo:  16,90
















Trama

Sessantenne erudito e solitario, Jakop è un ex ricercatore dell'università di Oslo, studioso di linguistica. Non ha figli né parenti e ha una moglie che lo ha lasciato ma con la quale ha continuato a vedersi a lungo per il semplice fatto che condividevano una Toyota Corolla. Ha un solo amico, Pelle, che forse non è del tutto estraneo ai fatti che hanno segnato la fine del suo matrimonio. Jakop è un uomo solitario ma non si sente mai solo, perché si tiene occupato con un'attività che gli riempie le giornate e la vita: ama partecipare ai funerali, mischiarsi tra la folla degli amici e dei parenti e raccontare aneddoti e ricordi sulla vita del defunto che commuovono le persone presenti. Finché un giorno, a uno dei tanti funerali cui prende parte, Jakop conosce Agnes...


Il commento di Iaia

Non conosco il titolo originale del libro, ma quello italiano non lo condivido, perché, per me, non ha alcun rapporto con il contenuto.
Non saprei fare una sintesi di questo scritto, la trama che appare sulla quarta di copertina è più che sufficiente.
Non è un romanzo, ma una lunghissima lettera che il protagonista, Jacop, insegnante, scrive ad Agnes, una donna incontrata a un funerale. Jacop ha la mania di andare a queste cerimonie e poi a partecipare alla veglia funebre che segue il rito. Lui non ha mai avuto rapporti con i defunti eppure quando è vicino ai congiunti ne parla come se effettivamente li conoscesse, raccontando aneddoti puramente inventati. Alle domande che i parenti gli rivolgono risponde con serietà e convinzione. Prima di andare in chiesa si prepara, raccogliendo tutte le possibili notizie che si trovano in internet. In genere i defunti erano persone che avevano una certa importanza negli ambienti cattedratici o scientifici.
In una delle ultime cerimonie a cui ha partecipato, viene comunque scoperto, anche dalla stessa Agnes, e così decide di smettere questa sua mania. Vuole però spiegare alla destinataria della lettera le sue motivazioni. Avrà modo di conoscere più profondamente Agnes, perché casualmente si incontrano anche in un altro funerale.
E il libro finisce.
Non l'ho proprio capito e non mi è piaciuto. 

lunedì 24 aprile 2017

Trame e opinioni: Tre cadaveri sotto la neve di Franco Matteucci

Titolo: Tre cadaveri sotto la neve. Le indagini dell'ispettore Santoni
Autore: Franco Matteucci
Casa editrice: Newton Compton
Collana:  Gli Insuperabili
Pag.: 317
Costo: 5,90 cartaceo














Trama
Chi vuole la morte di Marzio Santoni, ispettore del piccolo paesino di Valdiluce? La valanga che lo ha travolto e da cui è scampato per miracolo sembra avere ben poco di naturale... E che fine ha fatto la libraia del luogo, scomparsa senza alcun motivo? Forse c'è un legame tra questi due misteri, all'apparenza così diversi. Per trovare il colpevole o i colpevoli, il sopravvissuto ispettore e il suo fidato assistente devono scandagliare gli indizi in mezzo alla gelida valle. La neve, però, cancella presto le tracce, e i due devono trovare in fretta una pista che possa portarli nella giusta direzione. Di fronte ai loro occhi si apre un raccapricciante scenario: al centro di una radura, davanti a un albero spogliato di tutte le fronde, viene rinvenuto un cadavere, sepolto sotto un tumulo di neve, ricoperto di rami disposti secondo uno strano schema. Sono simboli di un cruento rito esoterico, culminato in un vero e proprio sacrificio umano? O si tratta soltanto di una messa in scena per depistare le indagini?


Il commento di Manuela

L’ispettore Lupo Bianco rimane vittima di un attentato, ma questo è solo un caso fortuito. Durante le ricerche per scoprire chi ha attentato alla sua vita, Marzio Santoni si trova a dover indagare su un serial killer.
La vicenda si svolge a Valdiluce, una tranquilla cittadina tra le Alpi. Una comunità che vive di turismo e che ha i suoi piccoli segreti. I ritmi degli abitanti sono scanditi dalle chiacchiere delle “pettegole” e dai piccoli scandali. Anche se tutta la storia è ambientata al tempo presente, con temi relativi alla “modernità” come l’inquinamento da radiazioni o la tav, leggendo il romanzo si respira il profumo dei tempi andati, come se lì in Valdiluce il tempo si fosse fermato.
Il romanzo è scritto in terza persona, al centro della narrazione c’è l’ispettore con la sua vita fatta di indagini, ma anche con le sue vicende più intime e personali. Le descrizioni sono la parte che preferisco, perché oltre a descrivere l’ambiente, l’autore descrive profumi e sensazioni. Anche i personaggi sono descritti in tutti gli aspetti, quelli puramente esterni ma anche quelli che, dando risalto alle sensazioni che l’ispettore prova quando sta a contatto con essi.
Benché questo racconto faccia parte di una serie di episodi (personalmente ho letto questo e il successivo “Lo strano caso dell’orso ucciso nel bosco”), non hai difficoltà a seguire la storia perché tutto è relativo alla risoluzione del caso. Ci sono riferimenti alla vita personale ed intima dei protagonisti, ma non ci sono legami con gli altri libri, se non per il fatto che si trovano gli stessi personaggi, che tra l’altro vengono ripresentati ex-novo. Questo lo dico perché io personalmente ho letto prima il quarto episodio e poi questo che è il terzo, avevo paura di non apprezzare la storia e invece non è stato così.
Mi piace come questo nostro autore italiano di gialli porti avanti le indagini e al tempo stesso racconti spaccati di vita dei suoi protagonisti. Un buon libro, a tratti lento, ma una piacevolissima lettura.

La serie Le indagini dell'ispettore Santoni è composta da quattro libri:
#1 Il suicidio perfetto
#2 La mossa del cartomante
#3 Tre cadaveri sotto la neve
#4 Lo strano caso dell'orso ucciso nel bosco - recensione

Uscite: Quixote Translation

TITOLO: Dipingere il cielo
TITOLO ORIGINALE: Paint the Sky
AUTORE: Lily G. Blunt
AMBIENTAZIONE: Inghilterra
TRADUZIONE: Francesca Giraudo per Quixote Translations
PAGINE: 280 circa
GENERE: Contemporaneo – New Adult
FORMATO: E-book e cartaceo

DATA DI USCITA: 20 Aprile 2017









TRAMA
L’amore per l’arte…
La passione comune per le arti crea un forte legame tra due timidi studenti universitari. Ben è affascinato dai dipinti nei quali Vinnie ritrae il palazzo dell’Università e, notando questo interesse, Vinnie invita Ben a una mostra d’arte dove saranno esposti i suoi lavori. Grazie a una famiglia benestante alle spalle, Ben acquista alcuni quadri di Vinnie e chiede all’artista un aiuto per la disposizione nel suo appartamento.
Un cielo stellato notturno…
Come scusa per avere più tempo da passare con lui, Ben chiede a Vinnie di fargli un ritratto. Ma la sera in cui avrebbe dovuto iniziare a dipingerlo, Vinnie disegna invece un cielo stellato direttamente sul torace di Ben. Un bacio, e tra due inizia una relazione sotto quel cielo stellato. Ma ogni relazione ha i suoi alti e bassi, e quando la gelosia di Ben si insinua tra loro, a causa di un collega di Vinnie, quest’ultimo prende una decisione che cambierà il corso delle loro vite. Ben e Vinnie si ritrovano così ad attraversare l’inferno, lontani l’uno dall’altro. Ma l’amore, quello vero, nato sotto un cielo stellato è sempre lì e aspetta solo che i due ragazzi abbiano fiducia l’uno nell’altro. Solo così potranno far diventare realtà i loro sogni d’amore.

TITOLO: Nel cuore di un cowboy 
TITOLO ORIGINALE: Healing a Cowboy’s Heart 
AUTORE: Sandy Sullivan 
AMBIENTAZIONE: Bandera – Texas 
COVER ARTIST: Dawné Dominique 
TRADUZIONE: Elena Turi per Quixote Translations PAGINE: 180 circa 
GENERE: Western Romance 
FORMATO: E-book - Cartaceo 
SERIE: Cowboy Dreamin’#1 

DATA DI USCITA: 24 Aprile 2017 









TRAMA: 
Jeffery Young è stanco delle donne e dei loro inganni da quando la madre di suo figlio gli ha spezzato il cuore, lasciandogli ferite abbastanza profonde da bastargli per una vita intera. Adesso deve vedersela con l’architetto ingaggiato da un’impresa edile per spazzare via i ranch locali e sostituirli con le loro case. Non se lui riuscirà ad impedirlo, però. Anche Terri Kennedy ha i suoi progetti a cui pensare. Lavorare come architetto per un’importante impresa edile a Bandera, Texas, potrebbe essere l’occasione giusta per farsi pubblicità, ma il suo contratto non diceva nulla riguardo a un certo testardo e ostinato proprietario terriero della zona. Forse andare a stare per un po’ nel suo dude ranch potrebbe darle qualche indizio su come trattare con il Signor Idiota Testa di Legno. I segreti che Terri nasconde impediranno a Jeff di far breccia nelle sue difese? E lui imparerà a fidarsi di nuovo delle donne, o farebbe meglio a stare al gioco per scoprire cosa lei stia tramando?


Uscite: Follie letterarie

Titolo: Ghiaccio e fuoco
Autore: Virginia Henley
Casa editrice: Follie letterarie
Pag.: 107
Costo: 2,99 ebook, 0,00 kindle unlimated
















Dall'autrice di "Nati nemici", "Il Falco e la Colomba", "La spada e il Gelsomino", "Il Corvo e la Rosa", una storia fino ad oggi inedita per l'Italia e pubblicata in esclusiva per Follie Letterarie.
Eve Barlow, agente immobiliare e femminista convinta, trova decisamente insopportabili gli atteggiamenti da macho di Clive Kelly, un vigile del fuoco alla ricerca di una nuova casa. Quando i due si trovano a viaggiare insieme per visitare una proprietà sul Lago Michigan, fra loro volano scintille. Poi un incidente mette in serio pericolo la vita di Eve. In quell'occasione, la donna avrà modo di rendersi conto quanto sia piacevole avere un uomo pronto a soddisfare i suoi desideri e a insegnarle come la passione bruciante possa trasformarsi in amore.

mercoledì 19 aprile 2017

Trame e opinioni: Segreti sepolti di Linwood Barclay

Titolo: Segreti sepolti
Autore: Linwood Barclay
Casa editrice: Tima Crime
Pag.: 490
Costo: 14,90
















Trama
David Harwood sta assistendo impotente allo sgretolarsi inesorabile della propria vita. Dopo la morte della moglie e la chiusura del giornale per cui lavorava, rimasto solo con il figlio di nove anni è costretto a trasferirsi a casa dei genitori a Promise Falls, la cittadina in cui è cresciuto. Quella che sembra essere un'esistenza destinata a un anonimo fallimento intraprende però una direzione inaspettata quanto tragica. Un giorno come gli altri, David si reca in visita dalla cugina Maria, devastata dal dolore in seguito a una gravidanza che non ha potuto portare a termine. La scena che si paventa davanti ai suoi occhi è agghiacciante: sul pavimento dell'ingresso ci sono delle macchie di sangue e in casa, sommersa dal disordine, Maria sta cullando un bambino. "È il dono di un angelo" gli dice lei, imperturbabile. Quando, di lì a poco, la madre naturale del piccolo viene trovata assassinata, David non può far altro che cercare di capire cosa sia accaduto, anche se ciò può significare provare la colpevolezza della cugina. Scoprirà che la morte di quella donna non è altro che la punta dell'iceberg in una vicenda che, indizio dopo indizio, si rivelerà sempre più torva. Nel frattempo strani e inquietanti eventi sconvolgono Promise Falls, come se tutti i suoi abitanti dovessero scontare il prezzo di peccati del passato, e pagarlo con il sangue. Perché i segreti possono essere sepolti... ma mai dimenticati.


Il commento di Dolci

La storia che ci viene narrata in questo romanzo si svolge nell'arco di due, tre giorni, ma ci sono talmente tanti avvenimenti e intrecci che sembra impossibile.
Mi è piaciuto lo stile dell'autore in special modo il suo lasciare indizi qua e là nel racconto senza però rivelare troppo. Personalmente ho capito quasi da subito molte delle dinamiche della trama. Ho amato anche il suo umorismo sagace che viene fuori ogni tanto.
Ben descritti i protagonisti: il detective Barry Duckworth  e il giornalista David Harwood che ho trovato molto realistici.
In questo libro vengono, inoltre, introdotti molti personaggi che, credo e spero, verranno sviluppati meglio nei prossimi libri di questa trilogia. In realtà non avevo capito bene che questo libro fosse destinato ad essere il primo di una serie fino a quando non ho letto il finale aperto. Cioè avevo visto che c'erano altri volumi, ma credevo fossero auto-conclusivi. Invece il delitto centrale del romanzo non viene risolto alla fine.
Purtroppo non mi aspettavo il cliffhanger finale e le molte cose irrisolte, quindi aspetto con ansia in prossimo capitolo. Avrei letto comunque un altro libro dell'autore perchè, come già detto, ho apprezzato il suo modo di scrivere.

C’erano delle cifre su quella in cui erano stati posizionati i tre manichini. 
Continuò a tenere chiusi gli occhi per richiamare alla mente quali fossero. 
C’era un 23. 
La felpa con cappuccio indossata da Mason Helt esibiva un 23. 
E quanti scoiattoli erano stati trovati appesi per il collo nel parco? 
Sempre 23. 
Magari non significava nulla. 
Però...

La serie Promise Falls Trilogy come dice il titolo, dovrebbe essere una trilogia, invece guardando su goodreads ho appena scoperto che c'è intanto uno spin of e poi un quarto libro di prossima uscita.

#1 Broken promise - Segreti sepolti
#1,5 Final assignment
#2 Far from true - Lontano dalla verità
#3 The twenty-three
#4 Party shot in uscita






Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...