giovedì 5 maggio 2016

Trame e opinioni: La moglie del califfo di Renée Ahidieh

Titolo: La moglie del califfo
Autore: Renée Ahdieh
Casa editrice: Newton Compton
Pag.:369
Costo: 9,90














Trama
Al calar del sole sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne del Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona. Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere dopo aver consumato le nozze, prima che arrivi il nuovo giorno. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest'angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola finirà per innamorarsi proprio di Khalid, che in realtà è molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per interrompere una volta per tutte questo ciclo che sembra inarrestabile.

e mezzo

Il commento di Dolci

Quando incontri la persona che
ti fa sorridere come non hai mai sorriso prima, 
piangere come non hai mai pianto prima…
non hai altra scelta che cadere.

Questo libro mi è piaciuto davvero tanto. Molto più di quanto mi aspettassi, a dire la verità. Non leggo spesso fantasy, e questo libro è classificato proprio in quel genere. La storia che racconta, tuttavia, è più una storia di odio e amore, una tipologia che adoro.

«Perciò la sua domanda per un genio onnisciente riguarderebbe un mero gingillo d’amore?»,
commentò il califfo.
«Un mero gingillo? L’amore è una forza unica, sayyidi. 
Per amore le persone prendono in considerazione l’impensabile… 
e spesso realizzano l’impossibile. 
Fossi in voi non ne ridicolizzerei il potere»

Ho amato da subito Khalid, nonostante venga descritto come un bellissimo mostro dal cuore di ghiaccio. Il suo essere così dolce con Shazi, i segreti che sembra nascondere… non ho potuto fare a meno di affezionarmi a lui.
La bella e indomabile Shahrzad è una delle protagoniste femminili che più ho amato. Il suo odio viscerale verso il califfo, suo marito che piano piano si trasforma in qualcosa di molto diverso, è stato descritto davvero in maniera convincente dall’autrice.

Cento vite per quella che tu hai strappato.
 Una vita per ogni alba.
 Se fallirai anche una sola volta, ti strapperò i tuoi sogni. 
Ti strapperò la tua città. E mi prenderò quelle vite, mille volte tanto.

Ho adorato la descrizione del bacio che cambierà il cuore di lei per sempre.

Non si poteva tornare indietro.
Annegò nel profumo di legno di sandalo e luce del sole.
Il tempo smise di avere un senso.
Le sue labbra furono sue per un istante, e poi appartennero a lui.
Il sapore sulla sua lingua era quello del miele scaldato al sole, 
era acqua fresca che scivolava lungo una gola secca, 
era la promessa di tutti i domani futuri in un singolo sospiro.
Quando gli infilò le dita tra i capelli per attirare il suo corpo più vicino, 
lui si bloccò per un istante e lei capì, e lui capì, che erano perduti.
Per sempre.
In quel bacio.
Il bacio che avrebbe cambiato tutto.
  
I personaggi secondari sono una parte importante della storia e non solo dei comprimari: Jalal è un tipo affascinante e divertente; Despina, oltre ad essere una buona amica per Shazi, è un personaggio schietto e sincero; Yasmine è intrigante e stronza, ma non si riesce ad odiarla; e Tariq invece ha ispirato in me un mix di sentimenti di amore/odio. C'è solo qualcosa in lui che non mi è piaciuto molto. Non riesco a capire esattamente cosa.

«Alcune cose entrano nelle nostre vite per lo spazio di un respiro. E dobbiamo lasciarle andare, per consentire loro di illuminare un altro cielo».

Lo stile di scrittura di Renee Ahdieh è poetico e lussureggiante, ma tuttavia la lettura scorre bene.
Essendo un fantasy, avrei voluto più magia nella storia e una spiegazione del perché i due protagonisti sono finiti insieme.
Li ho amati tanto e ho bisogno SUBITO del secondo capitolo, sperando che il sequel continui ad affascinarmi così tanto.


Nella mia vita, l’unica cosa che ho davvero imparato è che nessuno realizza il meglio di sé senza ricevere amore. Non siamo fatti per vivere da soli, Shahrzad. Più una persona allontana gli altri, più diventa chiaro che ha bisogno di essere amata.


La serie The Wrath and the Dawn series al momento è composta da due romanzi e due prequel e uno spin off (credo)

#0.25 The Moth & the Flame
#0,5 The Crow & the Arrow
#1 The Wrath & the Down - La moglie del califfo
#1,5 The Mirror & the Maze
#2 The Rose & the Dagger

2 commenti:

  1. Ho sentito parlare di questo libro in lungo e in largo quasi senza commenti negativi! I personaggi sembrano davvero ben caratterizzati e la trama interessante... probabilmente andrò a procurarmelo in libreria appena possibile!

    RispondiElimina
  2. un libro che mi è entrato nel cuore!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...